15 febbraio 2016

5 Regole per Potare le Rose

La prima regola e'....: non ci sono regole ferree per potare una rosa!! Dipende molto dal tipo di rosa e da cosa vogliamo ottenere. Guidati da un pò di buon senso e di esperienza potremo in primavera godere di una bella e abbondante fioritura!
tenere fermo il ramo e fare un bel taglio netto


1. perché potare: La potatura non ha nulla di naturale, si fa per ottenere fiori più numerosi e più grandi, in natura non esiste, semplicemente i rami che non servono si seccano...insomma, bisogna pensare e riflettere bene prima! Perché, come dice Salvatore, tecnico rosaista : “tagliare e' facile, riattaccare il ramo e' molto più complicato!”

2. quando: di norma nel periodo più freddo che precede la primavera, che può variare da fine gennaio a marzo, anche inoltrato, in relazione a dove ci troviamo (a Roma si pota in questo periodo: metà febbraio). È fondamentale che non ci siano gelate dopo la potatura, dato che potrebbero bruciare i germogli appena nati. Il freddo aiuta anche perché tagliando si aprono le porte agli agenti patogeni, che però con le basse temperature non sono attivi e il taglio potrà cicatrizzare senza malattie.

3.quali rose potare: Non tutte le rose amano potature drastiche. Le rose rampicanti, o meglio sarmentose, vanno solo ripulite, togliendo i rami secchi e quelli più deboli oltre ai rametti che spuntano dai rami principali e che hanno portato i fiori lo scorso anno. Le rose HT e floribunda, invece, di solito vanno potate in maniera decisa. Lo so, anche a me piange il cuore a ridurre una pianta piena di rami ad un cespuglietto spoglio, ma so che in primavera sarò ricompensata da una fioritura abbondante!

4 gli attrezzi: Serviranno guanti, vestiti comodi, un secchio dove mettere gli avanzi della potatura, un seghetto per i rami più grossi, e soprattutto cesoie ben affilate, da disinfettare (con acqua ossigenata o simili) dopo avere finito con ogni pianta, prima di passare alla successiva, in modo da evitare di passare eventuali malattie. Ricordare anche di tenere con una mano il ramo da tagliare e posizionarlo al centro delle cesoie, per fare meno fatica e avere un taglio più netto e pulito.

5 cosa potare: I rami da eliminare sono naturalmente quelli secchi e malati e quelli con tanti tagli precedenti, bruttini, deboli e storti e ....intanto scorciare i rami più lunghi per vedere meglio la forma da dare, poi si deciderà a che altezza tagliare. Bisogna considerare che a fine potatura la pianta dovrà avere un aspetto ordinato, come una mano con le dita aperte appoggiata sul dorso.  Si devono scegliere i rami più belli e dritti, cercando di liberare il centro, in modo da far entrare luce e aria. Se i rami sono vigorosi, e quindi in grado di portare il peso dei fiori, si possono lasciare anche 5-6 gemme, tagliando sempre sopra alle gemme esterne. Si pota con taglio inclinato, netto, in direzione della gemma, quasi in diagonale, a circa 5 mm dalla gemma.
Lo so, e' dura, ci vuole un po di esperienza e tanto coraggio, ma vedrete che rose!!