4 maggio 2014

Pollice Verde. Il Giardinaggio: Un Hobby, una Filosofia, un'Arte di Ippolito Pizzetti


ippolito pizzetti
Pollice verde è una raccolta di articoli che il celebre Ippolito Pizzetti scrisse sull’Espresso a cadenza settimanale a partire dal 1974 nella rubrica omonima.

Un bel personaggio Pizzetti, dotato di una vasta cultura non solo di giardini, che si sente in ogni articolo, senza risultare pedante. Mi piace il modo in cui parla delle piante, degli animali e delle persone che ama, in modo semplice e naturale, come se parlasse con un amico.

Sono racconti di giardinaggio vissuti, di piante sperimentate sul suo terrazzo romano, all’isola d’Elba o a Campagnano, esperienze che ancora oggi possono tornare utili. 

Mi stupisce sentirlo parlare di paesaggio in maniera così moderna: in fondo si tratta di articoli di quasi 40 anni fa, quando la sensibilità’ nei confronti del paesaggio era ben diversa da quella di oggi. 

In ogni articolo si sente la passione di un uomo che ha dedicato la sua vita al verde, a sperimentare, a progettare ed ha meritato una laurea ad honorem in Architettura. 

Non ha un approccio freddamente tecnico alla progettazione di un giardino, ma considera le piante esseri viventi, in maniera molto più poetica. 

Le piante hanno le loro esigenze, la loro storia, ogni pianta è unica e insieme concorrono a creare quello che è e sempre sarà un artificio, più’ o meno riuscito.

Cita tante piante e suggerisce il modo migliore per valorizzarle, considerandole parte di un insieme che va proporzionato secondo la propria sensibilità’, ma la giusta proporzione può’ venire anche dalla musica o da un quadro dove l’equilibrio risulta perfetto. 

Peccato che siano raccolti solo alcuni articoli, mi piacerebbe che ci fosse un “Pollice verde 2”, ci sarebbero tanti appassionati ancora interessati ai suoi articoli così semplici e diretti!

Pizzetti dimostra con passione, competenza e una buona dose di umiltà, lui che non era architetto, ne’ botanico, ne’ agronomo, ma laureato in lettere, si può diventare il “giardiniere” più famoso d’Italia.